SCUOLA DI ESTETICA AVANZATA   "Emily"

Corso di Riflessologia Plantare

CORSO DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La Riflessologia Plantare: il piede visto dal riflessologo.

Nel grande contesto delle medicine naturali che vanno sotto la denominazione di "medicina alternativa" o "altra medicina", una delle più attuali e conosciute è certamente la "riflessologia".
Riflessologia, una parola nuova, letteralmente potrebbe definirsi "scienza dei riflessi", intesi come zone corrispondenti e riflesse di determinati organi del corpo umano collocati altrove.
E' stato infatti accertato che dagli organi interni partono linee di riflesso che arrivano alla superficie corporea e che in molti casi, in presenza di sofferenza di detti organi, possono addirittura manifestarsi con mutamenti della tensione dell'epidermide.
Si può quindi affermare che tutto il corpo umano è sede di punti riflessi sui quali è possibile agire per alleviare dolori e tensioni; esistono però zone in cui le concentrazioni nervose sono più massicce, queste zone sono collocate nelle parti più periferiche del corpo: la testa, le mani e i piedi che costituiscono i "terminali" di quel meraviglioso computer che è il nostro organismo.
Nell'uomo esiste una carica di energia vitale, che scorre continuamente attraverso canali ancora abbastanza misteriosi e che rappresenta la condizione primaria per una buona salute. Ogni ostacolo, ogni interruzione che si viene a creare nel fluire di questa energia, costituisce la causa di un mutamento dell'equilibrio fisiologico e un pericolo per la funzionalità dell'organismo.
E' chiaro che se il percorso di un condotto di energia viene intasato e quindi ostruito, questa energia non riuscirà più a raggiungere il suo punto di arrivo. Di conseguenza, se dalla centrale non arriverà più la corrente, l'impianto collegato al filo interrotto subirà un arresto.
Allo stesso modo, se un organo smette di ricevere nella giusta quantità quell'apporto di energie di cui necessita, viene compromesso nella propria funzionalità; è quindi di capitale importanza che nessun blocco si venga a formare nei condotti energetici.
Uno dei sistemi più antichi, atti a ripristinare e a stimolare questo flusso, è costituito sicuramente dal massaggio, che nasce come gesto primitivo, istintivo, e che non ha controindicazioni.
L'uomo evoluto ha in seguito trasformato la sua gestualità in qualcosa di più preciso e mirato, scoprendo via via metodologie diverse che lo hanno portato a tecniche raffinate ed efficacissime atte a recare sollievo e ristoro a moltissime affezioni dell'organismo.
Le origini di queste tecniche vanno ricercate in epoche antiche, a civiltà ormai dimenticate ma che hanno lasciato tangibili testimonianze della loro grande saggezza e della necessità di insegnare all'uomo a prendere coscienza di sé stesso e delle sue infinite risorse.
Negli ultimi decenni si è registrata una forte tendenza a riportare alla luce teorie che sembravano superate e, proprio in antitesi al progresso della scienza, della tecnica e della chimica, sono riemerse antiche forme di medicina naturale che hanno il pregio di adeguarsi alla grande legge di Ippocrate: "primo non nuocere".
Sotto la voce riflessologia vanno quindi catalogate tutte quelle medicine che agiscono sui punti di riflesso del corpo umano, quali l'agopuntura, la neuralterapia, lo shiatzu, l'auricoloterapia, ecc. oltre, ovviamente alla riflessologia del piede.
Tutti sanno che un piede sano è determinante per avere una bella andatura, un atteggiamento disinvolto, una colonna vertebrale diritta e un'espressione serena.
Il mal di piedi induce infatti a modificare i modo di camminare e molte volte imprime sul volto delle contrazioni dovute alla sofferenza.
Questo tutti lo sanno, ma al contrario, non tutti sanno, o stentano a credere, che il male ai piedi ha causa e effetti molto più complessi, o meglio, i piedi costituiscono uno dei punti di maggior concentrazione di quelle zone riflesse di cui abbiamo parlato in precedenza.
La riflessologia del piede, come viene praticata ai nostri giorni, nasce da una evoluzione storica che trae origine da forme di massaggio in uso presso i popoli antichi (sembra che i cinesi la praticassero oltre 3000 anni fa).
E' difficile stabilire attraverso quali meccanismi lo scienziato il Dr. William Fitzgerald, che riuscì a dimostrare a livello scientifico quello che per secoli era a livello empirico, divenne il padre della moderna riflessologia plantare. Si sa per certo che, osservando il lavoro di certi sciamani pellerossa che operavano straordinarie guarigioni attraverso la stimolazione dei punti riflessi dei piedi e delle mani, iniziò una serie di prove che lo portarono a scoperte sempre più convincenti.

 

IL CORSO HA LA DURATA DI 4  INCONTRI, DA FARE UNA VOLTA ALLA SETTIMANA, DI 3 ORE CIASCUNA.
E' UN CORSO CHE SI FA  INDIVIDUALMENTE, E SI RICHIEDE ALLA CORSISTA, DI PORTARE UNA MODELLA .
ALLA FINE DEL CORSO SARÀ RILASCIATO MATERIALE DIDATTICO E ATTESTATO DI FREQUENZA.